Il tardo impero di A.

copertina tardo impero 500px

Il tardo impero di A.

 12

Un libero professionista frustrato. L'incarico per un documentario sullo scienziato Deodati, eroe della Resistenza. Ideali, credenze, consuetudini che improvvisamente cambiano e si scontrano con una visione della storia decisamente meno eroica di come era sempre stata dipinta.
Un profondo senso di declino tardo imperiale accompagna A., sia che questi si muova in un centro sociale, sia che si trovi ad un evento promozionale in un centro commerciale, sia che filmi una manifestazione politica o che legga il diario di Deodati nel suo appartamento solitario.

disponibile anche su:
amazon ibslibreriauniversitaria_logo
Scarica l'anteprima del libro:

Svuota

Descrizione prodotto

A. è un libero professionista frustrato. Fa documentari storici in un mondo che vive nell’eterno presente. Gli unici legami che coltiva con il mondo esterno sono i takeaway, internet e il proprio lavoro.
Un giorno riceve l’incarico di realizzare un documentario sul professor Gianfilippo Deodati, uno scienziato ricordato da tutti come eroe della Resistenza.
Le cose sembrano migliorare ed A., rianimato di fiducia, realizza interviste, vibra di ottimismo e si appassiona al diario scritto dal prof. Deodati nel 1944. Le persone che incontra durante le riprese, sembrano la quintessenza della dignità democratica ma ognuna sembra celare qualche cosa di ambiguo. Così è per l’ex partigiano comunista Sermenghi e la sua visione della storia ancora ancorata al XX° secolo, così è per la figlia del prof. Deodati il cui ricordo ha connotazioni quasi religiose e così è anche per i giovani antagonisti sospesi nel tempo come il vecchio Sermenghi. Un giorno A. si imbatte in una versione della storia assai meno eroica. Comincia a vedere con occhi nuovi sé stesso e la realtà che gli sta attorno. Una realtà ben lontana dai sogni di libertà dei Partigiani nella quale il modello americano ha vinto su tutto fondendosi con la nuova frontiera della propaganda: l’umanitarismo e le sue guerre democratiche
Un profondo senso di tardo impero in declino accompagna A., sia che questi si muova in un centro sociale, sia che si trovi ad un evento promozionale in un centro commerciale, sia che filmi una manifestazione politica o che legga il diario di Deodati nel suo appartamento solitario. In un costante cortocircuito tra passato e presente, tra epico e quotidiano, tra sacro e profano, A. ritrova infine il proprio senso individuale. Come ogni antico europeo, affronta il Destino. Anche quando esso è grottesco o addirittura tragicomico.

Autore

Alessandro Cavazza (Bologna – 1973 . www.acava.net). E’ documentarista e videogiornalista. Come autore ha pubblicato un romanzo storico ucronico ambientato nella Grecia classica. Come autore e regista ha realizzato diversi documentari: sul colonialismo italiano, sulla storia di Bologna nella età contemporanea, sul Fascismo, sulla Resistenza, su un suo lungo viaggio di cooperazione attraverso Balcani, Medio Oriente ed Asia e, recentemente, sulla  storia del controverso gruppo  punk “Disciplinatha”. E’ fortemente interessato al tema dell’identità dei Popoli nel tempo della globalizzazione e alle contraddizioni della contemporaneità che stiamo vivendo.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.300 kg
Dimensioni 15 x 21 cm
Scegli formato:

Brossura

Pagine

204

ISBN

978-88-98440-13-9

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il tardo impero di A.”