Offerta

12.35

L’erba più verde Analisa Casali

La giovane ispettrice di polizia Fiorella La Guardia vorrebbe dare una svolta verde alla propria vita: ha appena lasciato il vecchio appartamento di città e acquistato una villetta tra i campi. Il resto della sua esistenza segue però i binari di sempre: una madre premurosa e “per bene” che elargisce consigli non richiesti, una sorella attraente, fidanzata e impicciona, che cerca di trovarle un buon partito, un capo, il commissario Riccardi, che non la apprezza e l’agente scelto Tindaro, il suo fedele compagno di inchieste. Fiorella e il suo sottoposto sono impegnati in un’indagine minore, un furto di rame che dal cimitero di Cremona li porta in una cascina dei dintorni. I due incappano casualmente in un omicidio scoprendo un corpo in un compostore di biogas; da lì parte l’inchiesta che porta la poliziotta a familiarizzarsi con la campagna cremonese. La storia scorre parallela su due piani: l’indagine dell’omicidio e la vicenda personale di Fiorella alle prese con un nuovo possibile fidanzato, di professione agronomo. Le ipotesi investigative sono molte, gelosie famigliari, problemi sul lavoro, amicizie pericolose e Fiorella le vaglia attentamente tra passeggiate meditative lungo il Po, tentativi falliti di occuparsi dell’orto e ripensamenti sulla sua relazione amorosa appena sbocciata. Un romanzo in una accattivante veste noir su temi di scottante attualità, quali l’ecologia e la violenza di genere.

 La giovane ispettrice di polizia Fiorella La Guardia vorrebbe dare una svolta verde alla propria vita: ha appena lasciato il vecchio appartamento di città e acquistato una villetta tra i campi. Il resto della sua esistenza segue però i binari di sempre: una madre premurosa e “per bene” che elargisce consigli non richiesti, una sorella attraente, fidanzata e impicciona, che cerca di trovarle un buon partito, un capo, il commissario Riccardi, che non la apprezza e l’agente scelto Tindaro, il suo fedele compagno di inchieste. Fiorella e il suo sottoposto sono impegnati in un’indagine minore, un furto di rame che dal cimitero di Cremona li porta in una cascina dei dintorni. I due incappano casualmente in un omicidio scoprendo un corpo in un compostore di biogas; da lì parte l’inchiesta che porta la poliziotta a familiarizzarsi con la campagna cremonese. La storia scorre parallela su due piani: l’indagine dell’omicidio e la vicenda personale di Fiorella alle prese con un nuovo possibile fidanzato, di professione agronomo. Le ipotesi investigative sono molte, gelosie famigliari, problemi sul lavoro, amicizie pericolose e Fiorella le vaglia attentamente tra passeggiate meditative lungo il Po, tentativi falliti di occuparsi dell’orto e ripensamenti sulla sua relazione amorosa appena sbocciata. Un romanzo in una accattivante veste noir su temi di scottante attualità, quali l’ecologia e la violenza di genere. 

 È giornalista pubblicista e insegnante. Nata a Cremona dove tutt’ora vive, ha abitato a lungo negli Stati Uniti e in Francia e, amante dei viaggi e della barca a vela, ha passato diversi mesi veleggiando per il mar dei Caraibi a bordo di un catamarano. Ha scritto di animali e di viaggi per varie riviste di settore. Ha inoltre, pubblicato per le scuole due volumi per ragazzi nella collana «L’albero dei libri», oltre a tre romanzi di genere fantasy, incentrati sulla figura di Stradivari bambino: Stradivari raccontato dal suo gatto. Appassionata di romanzi gialli, ha scritto un noir ambientato nella sua città Occhio per occhio. La protagonista, Fiorella La Guardia, ricompare alle prese con un nuovo omicidio in: L’Erba più verde.