In evidenza

13.00

Passeggero senza biglietto

Si arriva a un certo punto nella vita dove si tirano i remi in barca e ci si affida agli imponderabili capricci della corrente. Lungo questa deriva hai più tempo per riflettere, per catalogare e soffermarti sul tratto d’acqua percorso. Ti rendi conto che ci sono ricordi e oggetti che non vorresti mai andassero persi: i momenti della tua giovinezza, di quella dei tuoi figli, gli amori, i viaggi, le risate, ma anche  la collezione di sfere, gli orologi di tuo padre e di tuo nonno e una lista infinita di piccoli frammenti di istanti che hanno con pazienza composto il puzzle del tuo carattere e di conseguenza il tuo modo di vivere e affrontare  il mondo, lo spazio del tuo tempo.

Disponibile anche su:
ibslibreriauniversitaria_logo

e in tutte le librerie e store online.

 

Si arriva a un certo punto nella vita dove si tirano i remi in barca e ci si affida agli imponderabili capricci della corrente. Lungo questa deriva hai più tempo per riflettere, per catalogare e soffermarti sul tratto d’acqua percorso. Ti rendi conto che ci sono ricordi e oggetti che non vorresti mai andassero persi: i momenti della tua giovinezza, di quella dei tuoi figli, gli amori, i viaggi, le risate, ma anche  la collezione di sfere, gli orologi di tuo padre e di tuo nonno e una lista infinita di piccoli frammenti di istanti che hanno con pazienza composto il puzzle del tuo carattere e di conseguenza il tuo modo di vivere e affrontare  il mondo, lo spazio del tuo tempo.
L’autore di Passeggero senza biglietto ha voluto conservare, per non perderlo, l’insieme disomogeneo di milioni di parole che hanno fatto parte integrante del suo vivere stesso. Riflessioni, poesie, testi di canzoni e semplici stati d’animo autobiografici. E, quasi a giustificazione di quello che ha scritto,  ha voluto dare, nei limiti di una memoria a volte fallace, un tempo e una storia ad ogni fase di questo suo cammino artistico, di questo suo cavalcare la parola senza sella e senza briglie. Si leggono in questa caotica raccolta di emozioni le spinte importanti che hanno formato non solo lo stile del suo scrivere ma anche l’anima delle sue parole.
L’intuizione, la ricerca dell’espressione, la musicalità della parola, la magia della rima fanno del lavoro di autore una sorta di gioco ad incastri, dove nessuno vince e nessuno perde ma tutti, prima o poi,  si ritrovano in quello che leggono.
Questo Passeggero del tempo, questo viaggiatore senza nessuna meta iniziale, non ha mai pensato di pagare in partenza alcun il biglietto. Sarebbe difficile quantificare un prezzo da pagare, non sapendo in che classe si viaggerà, la lunghezza del tragitto e magari chissà quanti supplementi da sborsare ancora. Ma il viaggiatore ha comunque  pagato e sta pagando questo incredibile viaggio nella sua vita con la dolorosa incertezza del dopo-traguardo, con la fantasia dell’immaginazione e con la spossatezza acquisita nel cercare, ogni tanto, di sfidare la corrente e risalirla.
Passeggero senza biglietto è una biografia delle parole e degli stati d’animo vissuti da chi, senza volerlo, è precipitato nel baratro magico di un’imprevedibile cognizione poetica.

Fabrizio Berlincioni

Fabrizio Berlincioni è nato a Napoli nel 1956 ed è dal 1976 che, come autore, si occupa di parole e musica di canzonidi grande successo (Mi manchi, Ti lascerò, Ti penso, Gli amori, Amoreunicoamore…).

Ha vinto più di un festival di Sanremo con Peppino di Capri, Fausto Leali, Anna Oxa. Continua a scrivere per altri grandi interpreti della musica leggera italiana come Mina, Adriano Celentano, Toto Cutugno, Massimo Ranieri, Andrea Bocelli. È inoltre, fin dal 1995, autore televisivo per RAI e Mediaset. Tantissimi i suoi programmi di successo (Ti lascio una canzone, Io canto, Melaverde, Buona Domenica…). Ex nazionale di nuoto e pallanuoto. Nel 1983 è stato Commissario Tecnico della Nazionale Venezuelana di pallanuoto.
Io sono Gomez (2012) è il titolo del suo primo libro. Passeggero senza biglietto è una raccolta di testi di canzoni, riflessioni e poesie,parole e biografie di tanti stati d’animo dell’artista riferiti agli ultimi 40 anni della sua attività.

Il dipinto di copertina è un ritratto dello scrittore, opera  di M. Gonzales (artista di strada cubano. Realizzato a Cuba nel 2013).
La foto di copertina è di Carlo Tagliaferri.

 

 

 

Peso 0.300 kg
Dimensioni 15 × 21 cm
Scegli formato:

Pagine

ISBN